MOUNTAIN BIKE PREALPI CARNICHE Anello di Casera Pian della Corona da Grizzo

 

 


Premessa:

Questo itinerario può essere considerato la versione ridotta dell'anello di casera Giais da Montereale Valcellina. Ne condivide posizione geografica e buona parte dell'ascesa, nonostante la diversa località di partenza, ma anche notevoli vedute su pianura e vicini rilievi, per nulla sminuite dalla quota inferiore raggiunta. In virtù di ciò, e ricordata la prevalente esposizione a solatio, l'anello ivi proposto è preferibile venga affrontato durante le stagioni autunnale ed invernale; esso inoltre offre un'entusiasmante discesa su single track, interamente ciclabile fino al paese. Costituisce quindi una valida opportunità per chi desidera compiere un'escursione in tempi brevi, pur senza rinunciare al piacere dei panorami e di una bella discesa su sentiero.


Sviluppo per punti principali in ordine di percorrenza:

Grizzo – Casera Val de la Roja – Osservatorio Astronomico – Casera Pian della Corona – Sentiero 987 – bivio con Sentiero 988 – Sentiero 987 – Casera Pian della Corona – Borgo Alzetta – Grizzo.


Caratteristiche salienti dell'escursione:

  • Località di partenza: Grizzo, Piazza IV Novembre, 308 mt s.l.m.

  • Lunghezza percorso: 14,8 km

  • Quota massima raggiunta: bivio tra sentieri 987 e 988, 994 mt s.l.m.

  • Dislivello: 705 mt

  • Tempo di percorrenza indicativo: 1 ora e 30 minuti, al netto delle soste

  • Stagione consigliata: autunno, inverno

  • Cartografia: Tabacco 1:25.000 – Foglio 12

  • Impegno fisico: ridotto/discreto/medio/elevato/molto elevato

  • Livello tecnico: facile/medio/impegnativo/difficile/molto difficile

 


Descrizione dell'itinerario:

Lasciata la vettura nel posteggio di fronte all'ex Asilo Monumento di Grizzo (Piazza IV Novembre), si imbocca la S.P. Pedemontana in direzione di Montereale Valcellina, ma subito la si abbandona in favore della rotabile per il monte Spia (Km 0,1 – indicazioni per l'albergo). Poco più avanti, mantenuta la destra al bivio (Km 0,2), si inizia la salita avvolti dall'ombra di un boschetto. Oltre il ristorante/discoteca, piegando in senso antiorario, si compie l'aggiramento del monte Spia, a cui segue un lungo traverso ad ovest che conduce nei pressi di casera Val de la Roja (Km 4,8) e del vicino osservatorio astronomico, a lato del quale l'asfalto termina (Km 5,4). Avvicinando il cocuzzolo erboso del Zuccul Supigna si incrocia dapprima il sentiero CAI che verrà utilizzato per la discesa (Km 7,0), quindi si resta a sinistra presso l'intersezione con una seconda mulattiera, apprestandosi a superare un tratto decisamente panoramico.

[presso il tornante sotto il Zuccul Supigna]


Poco più avanti, lasciato alle spalle il ripiano in cui insiste casera Pian della Corona (Km 7,3 – segnale di divieto di transito), si guadagna l'ampio tornante che immette sul versante orientale della Pala d'Altei. Al termine del suggestivo traverso la mulattiera incrocia nuovamente il sentiero 987 (Km 9,4 – omino in pietra e pitture bianco/rosse su albero) e subito dopo si spegne di fronte alla partenza del sentiero 988 per casera Rupeit (Km 9,5). E' trascorsa poco più di un'ora dalla partenza. Per la discesa si imbocca il sentiero segnalato dall'omino in pietra il quale, dopo un primo traverso entro il bosco, sbuca sulla mulattiera che collega casera Pian della Corona al versante nord della Pala d'Altei (Km 10,2).

[traverso in discesa verso casera Pian della Corona]


Con svolta a destra se ne copre una parte, salvo lasciarla appena ricompare sul lato opposto il segnavia bianco rosso del CAI (Km 10,7); in seguito ad un altro breve tratto nel bosco si incrocia la carrareccia percorsa in salita (Km 10,9), che si attraversa per riprendere il single track dalla parte opposta, guadagnando in breve una schiarita, presso la quale il sentiero si incassa in trincea.

[ingresso in trincea dopo l'incrocio con la carrareccia di salita]


Digradando su terreno più tecnico, si perviene ad un bivio poco evidente, all'altezza del quale è necessario piegare a sinistra per rimanere sul sentiero CAI 987 (Km 11,9), evitando così il proseguo per Malnisio segnalato dalle pitture giallo/blu.

[sul sentiero per Grizzo]


Nel volgere di poco tempo, usciti all'aperto, ci si trova su un'accidentata e smossa mulattiera, per fortuna di breve durata; guadagnato infatti il bivio sulla destra (Km 12,8 – omino con pittura bianco/rossa), si riprende il sentiero il quale, dopo un piacevole affaccio su Grizzo, riaffonda nella vegetazione.

[in vista del paese]


La conclusione della discesa avviene presso il ponticello sul Rug Bennata (Km 13,6); tornati su asfalto, si copre la breve distanza che separa dall'incrocio seguente, quindi si svolta a sinistra in direzione del centro (Km 13,8). Segue un tratto in falsopiano tra le case, che in breve riporta al già noto bivio con la rotabile del monte Spia (Km 14,6), da cui si rientra al parcheggio (Km 14,8).

Riferimento temporale dell'escursione: aprile 2010

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

previsioni meteo

Meteo Friuli Venezia Giulia


Meteo Friuli Venezia Giulia


Meteo Friuli Venezia Giulia

 


Meteo Friuli Venezia Giulia


Meteo Friuli Venezia Giulia


cookieassistant.com